Vodafone chiude trimestre oltre le attese

Vodafone ha annunciato di aver chiuso il primo trimestre dell’esercizio fiscale (al 30 giugno 2016) con vendite in crescita. Merito – ma non solo – delle buone prestazioni delle proprie attività europee, che hanno dato una discreta stabilità a una parte del proprio bilancio. La società britannica, che è attualmente second leader nella telefonia mobile per numero di abbonati, dietro China Mobile, ha infatti visto i ricavi salire nel trimestre del 2,2 per cento, contro un aumento dell’1,9 per cento, frutto della media delle stime del consenso, e contro il + 2,5 per cento del primo trimestre (solare) dell’anno e, infine, contro il + 0,8 per cento di un anno fa.

Più nel dettaglio, nel mercato europeo – dove la società è in grado di generare più della metà degli utili, e due terzi circa dei ricavi di gruppo – la crescita della prima riga di conto economico è stata dello 0,3 per cento, contro il + 0,5 per cento dei primi tre mesi dell’anno e, soprattutto, contro il passo indietro per 1,5 punti percentuali dello stesso periodo di un anno fa. Merito, probabilmente, del fatto che negli ultimi esercizi Vodafone ha stanziato un budget di diverse decine di miliardi di dollari nelle attività europee, per poter invertire un trend che si stava indebolendo (acquisendo anche operatori di telefonia fissa, impiegandosi alacremente nella fibra ottica, aggiornando le reti di telefonia mobile, e così via).

E in Italia? All’interno dei risultati di consolidato, Vodafone Italia ha dichiarato di aver chiuso il trimestre al 30 giugno 2016 con ricavi da servizi pari a 1,281 miliardi di euro, in aumento dell’1,2 per cento rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente. Crescono inoltre i ricavi da servizi mobili, a 1,071 miliardi di euro, in aumento dell’1,4 per cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, sostenuti dal segmento consumer prepagato e dall’incremento del consumo dei dati mobili (+ 53 per cento).

Infine, nel comunicato con il quale vengono diramati i dati trimestrali, viene precisato come è continua la crescita dei clienti di banda larga fissa, in sviluppo del 9,3 per cento, attestandosi a 2,016 milioni. Nel trimestre, il 41 per cento ha scelto servizi in fibra di Vodafone. Al 30 giugno i servizi in fibra sono disponibili in 328 città italiane e raggiungono 9 milioni di famiglie e di imprese, di cui 4 milioni su rete propria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *