Segnali di trading su analisi fondamentale: 5 indicatori fondamentali

Gli indicatori di analisi fondamentale sono indicatori di natura macroeconomica che indicano la condizione dell’economia o di una sua particolare area.

Grazie alle attese e alle anticipazioni su tali elementi, è possibile ottenere degli utili segnali di trading che potranno essere utilizzati per poter orientare correttamente la nostra strategia di investimento sui mercati finanziari. Ne abbiamo individuato 5 tra i principali.

Tassi di interesse

I tassi di interesse – o, meglio, l’annuncio sui tassi di interesse – possono giocare un ruolo fondamentale sul movimento dei prezzi delle valute nel Forex. Dunque, una massima attenzione nella formulazione dei giusti segnali di trading dovrebbe essere costituita dall’osservazione dei comportamenti delle banche centrali e del loro orientamento relativamente ai tassi di interessi, la cui variazione provoca movimento e volatilità nel mercato Forex.

Prodotto Interno Lordo

Il Prodotto Interno Lordo (PIL) è un dato molto chiaro sull’andamento dell’economia nazionale, rappresentando il valore di mercato di tutti i beni e di tutti i servizi prodotti da una nazione in un anno. Considerato che i dati di Pil sono spesso indicatori in ritardo di qualche settimana / mese, a dare un riscontro particolarmente utile per poter orientare i propri comportamenti finanziari sono il rapporto anticipato e quello preliminare.
Indice dei prezzi al consumo

L’indice dei prezzi al consumo è l’indicatore più importante dell’inflazione, rappresentando la variazione nel livello dei prezzi al dettaglio per i beni primari ai consumatori. L’inflazione è legata a sua volta al potere d’acquisto della moneta all’interno dei propri confini e, di conseguenza, può definire la sua posizione nei mercati internazionali.

Mercato del lavoro

Gli indicatori sull’occupazione e sulla disoccupazione possono riflettere la salute generale di un’economia. Il numero dei posti di lavoro generati o persi in un determinato periodo, la quota percentuale della forza lavoro che lavora attivamente, il numero di sussidi di disoccupazione e altro ancora, possono rappresentare un buon quadro dell’andamento dell’economia del Paese.

Bilancia dei pagamenti

La bilancia dei pagamenti è il rapporto tra i pagamenti ricevuti dall’estero e i pagamenti verso l’estero. Dunque, è il controvalore dell’operazione commerciale totale che un Paese genera con l’estero, la bilancia del commercio e la bilancia tra esportazioni e importazioni. Ne deriva che se il pagamento in entrata è maggiore dei pagamenti alle altre nazioni o alle organizzazioni internazionali, la bilancia dei pagamenti sarà positiva, in surplus (un dato favorevole per lo sviluppo di una valuta nazionale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *