Chiedere un prestito, sapere quali sono e come richiederli

Un prestito è una richiesta di denaro da parte di un soggetto che ha bisogno di una liquidità imminente per far fronte ad alcune spese, siano esse di varia natura e di consistenza diversa; si tratta di un debito che lo stesso soggetto restituirà con il pagamento di alcune rate mensili con aggiunta degli interessi calcolati in base all’applicazione di un tasso d’interesse, conteggiando il periodo di restituzione del capitale prestato.

Questi sono i dati principali che interessano la natura di un prestito, anche se è bene specificare che ne esistono diversi tipologie, partendo dal prestito finalizzato, ossia specifico per l’acquisto di un bene, un oggetto; si passa alla tipologia dei prestiti personali, che non richiedono la specifica dell’oggetto, in quanto sono richiesti per necessità personali: questi possono essere richiesti per sostenere alcune spese, quali ad esempio l’acquisto di alcuni mobili, accessori, strumenti elettronici, o anche per aprire un’attività, o per qualunque necessità senza che sia necessario indicare all’esercente la causale del prestito; il debitore riceve il capitale sul suo conto corrente o tramite assegno e potrà utilizzare la cifra per le sue personali esigenze.

Come richiede un prestito

Dopo le premesse iniziali, cerchiamo di esporre in breve come si chiede un prestito. Affermando che non tutti i prestiti sono personali, come per esempio finanziamenti oltre i 75 mila euro non sono più classificati come appartenenti a questa tipologia, ma parliamo di piccoli mutui per la ristrutturazione di un immobile o anche per l’acquisto di una casa per citare due esempi.

Quando si richiede un qualunque tipo di prestito, basta presentarsi presso un ente creditizio con tutta la documentazione necessaria per tale richiesta; se avete dubbi in proposito, potete benissimo telefonare presso la struttura cui intendete rivolgervi, prendere un regolare appuntamento e chiedere quali siano eventualmente i documenti da portare per valutare la vostra richiesta di prestito. Di solito sono documenti di riconoscimento, busta paga, dichiarazione redditi.

Tutti i soggetti possono richiedere un prestito purchè sussistano determinati requisiti, senza i quali è difficile ricevere un parere positivo alla richiesta. Prima di tutto è importante che siano soggetti con un passato positivo in ambito creditizio, quindi non essere stato un cattivo pagatore, non essere iscritto nel registro dei protestati o che abbiano una storia insoluta di debiti.

La banca o un qualunque ente creditizio eseguirà come prima azione la ricerca dei dati nominativi della persona interessata del prestito, valutando la sua condizione, che potrà essere riscontrata consultando i registri ove sono annotati i prestiti, mutui e finanziamenti concessi dagli enti creditizi e i rispettivi nominativi.

Il passaggio successivo è verificare la possibilità del soggetto di restituire le rate del debito, per cui deve avere una condizione lavorativa efficace che rappresenti una forma di garanzia per l’ente creditizio, ovviamente non devono esserci accesi altre forme di mutuo o prestito, che potrebbero influire sullo stile di vita e condizioni economiche della famiglia o del soggetto e invalidare la richiesta del prestito.

Il richiedente di un prestito deve anche lui a sua volta eseguire le dovute valutazioni quando ha bisogno di domandare un prestito, per cui potrà chiedere alla società finanziaria o banca i dati percentuali applicati per TAG e TAEN; quantificare i dati inerenti alle spese accessorie per l’accensione di un prestito e le diverse condizioni applicate nella gestione del prestito. Sono dati importanti che un futuro debitore deve ben valutare, e se il caso vuole, non accettare tali condizioni, ma farsi proporre anche un solo piano preventivo di quello che potrebbe essere un prestito.

Informatevi anche con altri enti e le spese da questi previste, senza tuttavia inviare diverse richieste ai differenti istituiti finanziari; in questo caso le vostre domande sarebbero certamente rifiutate, prendete solo delle notizie informative sui loro costi e tassi d’interesse applicati per l’erogazione di un eventuale prestito, in modo da avere diversi piani preventivi per un eventuale prestito e scegliere l’istituto con le condizioni a voi più favorevoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *