Category Archives: Economia

Stati Uniti, arrivano le nuove stime di budget

Published by:

Negli Stati Uniti sono giorni particolarmente intensi, e non solo per le prime disposizioni che l’amministrazione Trump sta facendo modo di inoltrare, con qualche fatica e molti malumori. Negli ultimi giorni sono infatti state pubblicate le nuove stime da parte del Congressional Budget Office, che ha diramato quelle che sono le nuove previsioni di budget per il 2017-27 a legislazione invariata, e che sono oggi in grado di indicare una temporanea riduzione del deficit / PIL nel corso del prossimo biennio, seguita da un sentiero di ampliamento del deficit / PIL e del debito / PIL nel resto del decennio in esame. Continue reading

Salini Impregilo, view positiva con un occhio agli USA

Published by:

Sono positive le valutazioni dei principali analisti nei confronti di Salini Impregilo. La società del settore cemento e costruzioni vede negli Stati Uniti delle prospettive di sviluppo interessanti per i prossimi anni alla luce delle recenti dichiarazioni del neo-presidente Trump, che ha definito prioritari gli investimenti per il rinnovo delle strutture esistenti e per nuovi progetti. Continue reading

Reale Mutua fa sue le attività di Uniqa Italia

Published by:

Reale Mutua conferma il proprio impegno nel Paese attraverso la firma di un accordo con il gruppo austriaco Uniqa per l’acquisizione delle sue società assicurative italiane. L’intesa, siglata qualche giorno fa, prevede l’acquisto di una partecipazione del 99,7 per cento del capitale sociale di Uniqa Assicurazioni, una compagnia italiana che distribuisce principalmente prodotti auto, non auto e salute, e delle sue controllate, Uniqa Previdenza, che offre prodotti vita tradizionali e index-unit-linked, e Uniqa Life, compagnia dedicata a una partnership di bancassicurazione, per un corrispettivo totale di 295 milioni di euro. Continue reading

Forex, tutti i market mover della settimana

Published by:

Settimana di importanti pubblicazioni macroeconomiche. Cerchiamo di riepilogare le principali partendo dalle novità nell’Eurozona, quando le indagini di fiducia di novembre dovrebbero confermare la fase di ripresa moderata. Sarà da verificare se i segnali di crescita più sostenuta del manifatturiero saranno confermati. Il PMI composito è atteso poco mosso a 53,5 punti (rispetto al precedente dato di 53,3 punti), il manifatturiero dovrebbe migliorare ancora a 53,7 punti, dai precedenti da 53,5 punti, mentre il PMI servizi è atteso stabile a 52,8 punti, praticamente invariato rispetto al precedente aggiornamento. Continue reading

Consumi più deboli, ecco i nuovi segnali dalla stagione estiva

Published by:

Nel corso del mese di luglio i dati sulle vendite al dettaglio in valore hanno mostrato un nuovo calo, con un passo indietro di -0,3 punti percentuali mese su mese, contro aumento del mese precedente, e di -0,2 punti percentuali su base annua (da +0,8 punti percentuali di giugno). La flessione congiunturale è imputabile soprattutto ai prodotti non alimentari (-0,5 per cento mese su mese, -0,6 per cento anno su anno), a fronte di una crescita degli alimentari (+0,3 per cento mese su mese, +0,5 per cento anno su anno). Su base annua in volume le vendite risultano in calo di -0,8 per cento (-1,1 per cento i non alimentari). A tenere è dunque solamente la grande distribuzione (in particolare il +4,1 per cento degli esercizi specializzati e il +2,6 per cento dei discount di alimentari). Continue reading

Utili in aumento per Banca Popolare di Milano

Published by:

Banca Popolare di Milano ha chiuso un buon trimestre, allargando i risultati soddisfacenti della prima metà dell’anno. In particolare, l’istituto di credito lombardo ha registrato nel primo semestre del 2016 un utile ante imposte di 222,6 milioni di euro, in rialzo del 4,8 per cento su base annua, e un utile netto pari a 158,1 milioni di euro, in aumento del 2,6 pe cento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, con uno sviluppo di 61,5 milioni di euro su base trimestrale. Continue reading

Vodafone chiude trimestre oltre le attese

Published by:

Vodafone ha annunciato di aver chiuso il primo trimestre dell’esercizio fiscale (al 30 giugno 2016) con vendite in crescita. Merito – ma non solo – delle buone prestazioni delle proprie attività europee, che hanno dato una discreta stabilità a una parte del proprio bilancio. La società britannica, che è attualmente second leader nella telefonia mobile per numero di abbonati, dietro China Mobile, ha infatti visto i ricavi salire nel trimestre del 2,2 per cento, contro un aumento dell’1,9 per cento, frutto della media delle stime del consenso, e contro il + 2,5 per cento del primo trimestre (solare) dell’anno e, infine, contro il + 0,8 per cento di un anno fa. Continue reading

Esportazioni ancora in calo

Published by:

Le esportazioni italiane? Ancora in calo, ancora una volta. Come già si è avuto modo di osservare nel corso degli ultimi mesi, il commercio estero tricolore ha infatti perso quella spinta che permetteva all’Italia di rimanere a galla nel corso della crisi economica: le esportazioni, che tanta “fortuna” avevano portato al Sistema Italia in un contesto di frana della domanda locale, stanno infatti continuando a caratterizzare un andamento piuttosto altalenante, alternando delle prestazioni incoraggianti a dei passi indietro che hanno come risultato quello di gettare ben più di qualche ombra sul futuro del commercio estero tricolore. Continue reading

Lavoro sopra i 50 anni, migliorano le condizioni di base

Published by:

Sono in miglioramento le condizioni di lavoro per gli over50. Stando alle più recenti analisi, infatti, da un lato si riduce il numero dei senior che perde il lavoro, e dall’altro stanno calando anche i tempi per la loro ricollocazione. È vero che spesso diminuisce anche la retribuzione corrisposta nelle nuove collocazioni lavorative, ma gran parte di queste sono a tempo indeterminato.

A sancirlo è l’ultimo Report di Uomo e Impresa, la società di Outplacement del Gruppo Umana che ha condotto una indagine sul supporto individuale alla ricollocazione di figure professionali adulte. Un report dal quale emerge anzitutto che le persone che scelgono di avvalersi del servizio di outplacement hanno fra i 40 e i 55 anni, sono in prevalenza uomini; impiegati, quadri, dirigenti, semplici operai; arrivano prevalentemente dal settore dell’Ict (oggi caratterizzato da un elevato turnover) o da aziende metalmeccaniche, e spesso con una ottima professionalità o un curriculum di rilievo. Continue reading

Italia, bene le riforme ma per l’Ocse non basta

Published by:

L’Italia è tra i Paesi che più hanno speso attenzione e investimenti sul fronte delle riforme. Tuttavia, ciò non basta, e rimangono ancora prioritari interventi a favore dell’occupazione, della scuola e nel campo della tassazione. È questa, in estrema sintesi, la valutazione che emerge all’interno del rapporto Going for Growth, in cui l’Ocse esprime sì apprezzamenti per il Paese e per l’impegno profuso nelle riforme strutturali, ma – nel contempo – spinge affinchè si possano rafforzare le variabili a sostegno dello sviluppo dell’economia. Continue reading