Bevanda che distrugge le cellule cancerogene

La notizia viene dalla lontana Cina, e in pochissimo tempo ha già fatto il giro del mondo, suscitando da una parte la meraviglia e lo stupore di alcuni, e dall’altra l’incredulità e lo scetticismo di altri.

Esiste una bevanda che distrugge le cellule cancerogene?

La storia che stiamo per raccontarvi tratta, infatti, di una questione molto delicata, e per questo motivo sempre al centro di discussioni e divergenze d’opinione. La posta in gioco è molto alta: stiamo parlando di cancro. Mr Seto dichiara di aver scoperto tempo fa di avere un cancro ai polmoni.

Attorno a lui, da quel fatidico giorno, si aprì uno scenario del tutto nuovo, fatto di lacrime, delusione, angoscia e tanta paura. E proprio la disperazione lo condusse dinanzi ad un erborista del posto, che gli consigliò di bere per un po’ di tempo una miscela da lui stesso preparata.

Mr Seto lo beve oramai da mesi e come per magia il cancro sembra essersi assorbito: ora gode di ottima salute (tac e analisi varie non rilevano più la presenza di un cancro ai polmoni), tanto da voler al più presto riprendere in mano la propria vita e concedersi un gran bel viaggio. A salvarlo, trascinandolo via dal terribile tunnel del cancro, sembra essere stato proprio il succo dell’erborista, un succo molto semplice da preparare.

È sufficiente una radice di barbabietola, una carota e una mela. Tutti gli ingredienti vanno ben lavati e inseriti poi all’interno di un frullatore, comprensivi della buccia. Premete il pulsante e il succo si ottiene in pochi secondi. E se desiderate un sapore leggermente più aspro, basta aggiungere anche qualche goccia di limone. Ma quali sono i presunti benefici apportati al nostro organismo da questo succo? A quanto pare esso sarebbe in grado di prevenire la formazione delle cellule cancerogene o di ridurne la crescita; facilita il buon funzionamento di fegato, pancreas; cura l’ulcera; abbassa la pressione, prevenendo infarti e altre disfunzioni cardiache pericolose; rinforza i nostri polmoni e il nostro sistema immunitario.

Per non parlare poi della sua capacità di alleviare i dolori muscolari, i sintomi della stanchezza dovuta a troppa attività fisica e i disturbi tipici del raffreddore da fieno, per chi ne soffre. Probabilmente questo succo avrà alcune delle proprietà sopra elencate, tuttavia quando si tratta di cancro, o comunque di patologie di una certa gravità, consigliamo sempre di non credere a tutto ciò che ci viene presentato, avanzate sempre con molta cautela, soprattutto li dove la scienza e la medicina non ha ancora dato la propria approvazione.

E’ sempre importante affidarsi alle cure di medici e dottori specialisti, sconsigliamo vivamente di tentare una cura del genere o similare. Consigliamo invece a chiunque sia affetto da malattie gravi, di rivolgersi a strutture autorizzate dalla sanità Italiana e di chiedere pareri e consigli al proprio medico, in nessun caso devono essere sostituite con quelle che vengono considerate medicine alternative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *